Turismo: nasce la rete degli alberghi solidali

Nasce la prima rete di alberghi solidali alle donne vittime di violenza

Nasce oggi la prima rete di alberghi solidali alle donne vittime di violenza, dopo una lunga storia di accoglienza ed ospitalità nei confronti di sfollati e terremotati, da oggi gli alberghi daranno ospitalità anche alle donne vittime di violenza domestica e non solo. L’iniziativa che sta molto a cuore alla ministra del Turismo Daniela Santanchè che ne ha annunciato la nascita della rete nazionale di alberghi solidali, “Qui non sei sola”, per far fronte all’emergenza della carenza di strutture in grado di ospitare donne, anche con figli, vittime di maltrattamenti. “Sono molto fiera di questo progetto – ha spiegato la ministra – perché dà anche la possibilità di mettere in luce la vocazione sociale del comparto turistico. Nei prossimi giorni formalizzeremo il protocollo d’intesa con tutti i soggetti che hanno aderito per dare ulteriore sostanza e concretezza alla rete”.

Sono già oltre mille le strutture che entrano a far parte della rete poiché hanno accolto la nostra richiesta: Assohotel, Confesercenti, Federalberghi, Unipol Sai con la rete di alberghi Una Hotel, Federturismo, Confindustria Alberghi, Cna Turismo. Insomma una bellissima iniziativa che speriamo si possa estendere anche al settore del turismo outdoor quanto prima per poter dare un alloggio sicuro alle donne vittime di violenza.

Ultimi aggiornamenti

In base a quello che hai letto

Tutti in viaggio nessuno escluso

“L’accessibilitĂ  non è solo un obiettivo sociale, ma anche economico”. Così Alberto Granzotto, presidente di Faita-Federcamping - che rappresenta l’80% delle imprese del turismo open air...

Decreto informazioni sul lavoro

Su faitastart.it potete trovare la circolare inerente la trasposizione nell’ordinamento italiano della direttiva 2019/1152, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell'Unione europea,...

l’OspitalitĂ  accessibile in Rai

L’Ospitalità Accessibile arriva in Rai grazie alla trasmissione "O Anche No… perché la disabilità non va in vacanza”. La prima puntata si è tenuta...