L’Open Air Protagonista di Casa Italia. Guarda il video

A Casa Italia, programma RAI condotto da Roberta Ammendola si è parlato di vacanze all’aria aperta, con la partecipazione di Alberto Granzotto Presidente FAITA-Federcamping, Sebastiano Venneri, Responsabile turismo di Legambiente e il Vicepresidente di Assocamping Michele Montemagni.

La trasmissione ha sottolineato la crescita del turismo open air sia in Italia che nello specifico in Sardegna dove gli ospiti sono in maggioranza stranieri, circa il 60% del totale, in stragrande maggioranza provenienti dall’area DAC (Germania, Austria, Olanda, Danimarca). Nella sola Sardegna si prevede una crescita per il 2024 del 15% degli arrivi. 

Il Presidente Granzotto a Casa Italia

Alberto Granzotto a Casa Italia ha sottolineato come: “La realtà del turismo all’aria aperta è la sua costante evoluzione. Le strutture sono cresciute per soddisfare le esigenze degli ospiti con spazi adeguati ed attrezzati e sono complessivamente migliorate nel tempo. Il settore del glamping non rappresenta solo una fascia alta ma anche una maggiore attenzione ai clienti con più servizi.” Anche in merito ai costi delle vacanze open air si è ribadito che la loro maggiore o minore consistenza si riferisce alla gamma e quantità di servizi diversi offerti; sono questi, infatti, a fare la differenza consentendo la realizzazione di pacchetti vacanza  su misura. Per la stagione in corso non ci sono stati aumenti ed i prezzi hanno conservato un rapporto qualità/prezzo ottimale.

Sebastiano Venneri ha dichiarato come adesso, complice anche la pandemia, sempre più italiani hanno imparato a conoscere i propri territori con un turismo di prossimità che unito alla scelta della modalità open air risulta più sostenibile ed obiettivamente vantaggioso per le comunità locali perché alla ricerca di esperienza e contatto con la natura. L’open air ed il campeggio in particolare consentono, infatti, di poter evadere dalla città e adesso il nuovo lusso è la possibilità di disintossicarsi dalla città.

Infine, il Presidente Granzotto ha ricordato la difficoltà per gli imprenditori nel doversi misurare con una complessità normativa perché il turismo è materia regionale e spesso le norme cambiano da regione a regione. Serve poi normare la gestione del paesaggio per armonizzare il sistema agli altri paesi europei. Serve, inoltre, una normativa allineata a quelle europee per permettere ai turisti europei di godere appieno di una vacanza nella natura.

Qui potete trovare il video completo della puntata:

Ultimi aggiornamenti

In base a quello che hai letto

Open Air 2030: una sfida per la sostenibilità

FAITA Federcamping, in collaborazione con Banca Intesa Sanpaolo, ha intrapreso nel 2023 un ambizioso progetto pilota, volto a far compiere un balzo in avanti...

FAITA sigla il nuovo contratto di settore

Dopo una lunga trattativa la Federazione ha sottoscritto con le rappresentanze sindacali degli addetti al settore turistico il rinnovo del contratto di lavoro. La...

Rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro nel Turismo

Sottoscritto l’accordo per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti da aziende del settore Turismo 18 gennaio 2014, scaduto il...